FAQ

 Domande frequenti

Il Massoterapista è abilitato ed eseguire massaggi terapeutici?

Sì. Il Massoterapista  ha conseguito Abilitazione all’esercizio dell’Arte ausiliaria delle professioni sanitarie, di Massaggiatore MCB, rilasciata dalla Regione Lombardia su delega del Ministero della Salute (art. 1 R.D. n. 1334 del 31/05/28 – art. 99 R.D. n.. 1265 del 27/07/34 – art. 1 D.P.R. n. 10 del 15/01/72).

Quali sono le specifiche competenze dei Massaggiatori MCB?

Il massoterapista Massaggiatore MCB esegue, su indicazione del Medico, tutti gli atti connessi alle proprie competenze nella riabilitazione, cura e prevenzione delle patologie degenerative e traumatologiche dell’apparato muscolare ed osteo-articolare.

E' necessario sottoporsi ad una visita medica, prima di iniziare le terapie?

Tutti i trattamenti terapeutici sono eseguiti su prescrizione di un Medico secondo quanto previsto dal D. Lgs. n. 502 del 30/12/92 (“Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell’art.1 della legge n. 421del 23/10/92”).   Medici Specialisti in Medicina Fisica e Riabilitazione – Ortopedia – Medicina dello Sport – Medicina Legale e delle Assicurazioni – Medicina e Chirurgia.

Tutti i trattamenti prevedono la prescrizione medica?

Il massaggio sportivo ed i trattamenti benessere e di riequilibrio energetico, eseguiti su persone prive di patologia, non necessitano di prescrizione medica. In ogni caso, prima di iniziare il ciclo di trattamenti, viene eseguita un’attenta valutazione del paziente e delle sue necessità attraverso una prima visita gratuita.

Esegue anche trattamenti benessere?

Sì. Eseguo  trattamenti  finalizzati al mantenimento del benessere psico-fisico-energetico della persona.

Quante sedute sono necessarie?

Normalmente le prescrizioni mediche stabiliscono la durata del ciclo di terapia; ovviamente il numero dei trattamenti varia a seconda del tipo di problematica e della reazione fisiologica del paziente ai trattamenti stessi.

Utilizza apparecchiature elettromedicali?

No. Tutti i trattamenti sono eseguiti unicamente con utilizzo di varie tecniche manuali che, in nessun caso, prevedono l’uso di apparecchiature.

Quali sono le problematiche trattate?

Attraverso la Massoterapia si possono affrontare e risolvere problematiche e situazioni di disagio, a carico del sistema osteoarticolare e muscolare, dell’apparato circolatorio sanguigno e linfatico.

Sarà comunque sempre il medico a prescrivere la terapia opportuna in relazione al problema diagnosticato.

Quali tipi di trattamento vengono eseguiti?
  • Massoterapia decontratturante
  • Massoterapia per Drenaggio Linfatico Manuale
  • Massoterapia distrettuale riflessogena ( cervicale – lombare – …)
  • Massoterapia neuromuscolare
  • Massoterapia connettivale
  • Massaggio sportivo
  • Mobilizzazioni articolari
  • Riflessologia plantare

Possono essere  utilizzati Oli Essenziali da coadiuvare al massaggio.

Che tipi di pagamento accetta?

Accetto pagamento per contanti o, per gli importi previsti dalle Norme antielusione, Assegno.

I singoli trattamenti saranno saldati al termine di ciascuna seduta. L’intero ciclo di trattamenti può essere saldato anticipatamente.

Ho sottoscritto una Polizza Assicurativa Sanitaria: mi verranno rimborsate le spese per i trattamenti di massoterapia?

Le spese per la massoterapia, eseguita su prescrizione medica, sono considerate spese per cure mediche quindi, se non espressamente escluse, in tutto o in parte, dalle Condizioni di Polizza, saranno rimborsate dall’Assicurazione. E’ comunque opportuno informarsi preventivamente presso il proprio Assicuratore.

Le spese per i trattamenti di massoterapia, sono detraibili fiscalmente?

Si, secondo le disposizioni vigenti in materia, le spese sostenute per la cura ed il recupero della salute, eseguite dietro prescrizione medica, sono fiscalmente detraibili; è tuttavia opportuno consultare il proprio Commercialista o un Consulente Fiscale.

Le fatture per i trattamenti di massoterapia, sono gravate dell'I.V.A.?

Le fatture per trattamenti di massoterapia sono esenti da I.V.A. a norma dell’art. 10, comma 18 del D.P.R. n. 633/72 e successive modificazioni che specifica che l’esenzione I.V.A. spetta alle “…prestazioni sanitarie di diagnosi cura e riabilitazione rese alla persona nell’esercizio di professioni e arti sanitarie soggette a vigilanza… “ per cui sono esenti da I.V.A. le prestazioni massoterapiche rese alla persone nell’esercizio delle Arti sanitarie soggette all’art.99 del R.D. 1265 del 1934.

Al contrario, le fatture emesse per trattamenti benessere e di riequilibrio energetico, eseguiti su persone prive di patologia, che quindi non necessitano di prescrizione medica, sono soggette ad imposizione I.V.A. in ragione dell’aliquota in vigore.

L’utilizzo della Tecarterapia risulta utile solo agli sportivi?

No, i protocolli applicativi della Tecar si sono sviluppati nel mondo dello sport professionistico per rispondere alla necessità di rimettere in forma gli atleti nel minor tempo possibile. Oggi viene utilizzata anche al di fuori dell’ambito sportivo, integrata nel trattamento di numerose patologie e in fase di prevenzione.

Quante sedute di trattamento Tecar ci vogliono per vedere dei risultati?

Dipende tutto dalla diagnosi e del terapista. La tecnologia Tecar induce una riattivazione localizzata del sistema emolinfatico che potenzia gli effetti terapeutici ricercati dalla terapia manuale. Se la diagnosi è corretta e il terapista adotta un protocollo adeguato, si potrà notare un sensibile beneficio fin dalla prima seduta.

Quanto dura una sessione di Tecarterapia?

Dipende dalla situazione clinica del paziente: dai 10-20 minuti circa per un trattamento antinfiammatorio localizzato, ai 30/40 minuti per un trattamento curativo intensivo.